Chi Siamo

Ernesto Cuni

Ernesto Cuni cameriere e pasticcere.

Si occupa della gestione del locale, delle relazioni coi clienti, in più cura la pasticceria.

La sua esperienza inizia 35 anni fa quando, appena tornato dal servizio di leva, inizia l'attività di panificatore e pasticcere rilevando un vecchio panificio chiuso da sei mesi. L'esperienza è entusiasmante e positiva, in poco tempo si riappropria di una nutrita clientela e gli affari vanno bene. Allarga il lavoro nel settore pasticceria dove creando paste, pasticcini e torte decorate da sfogo alla sua creatività.

Dopo due anni è costretto a mollare perchè allergico alla farina, non si demoralizza anzi cavalcando l'esperienza accumolata acquista un bar a Cervia e fa le prime esperienze con un pubblico esercizio: le bevande, il cibo ma sopratutto il contatto col pubblico.

Ora da 26 anni coltiva l'esperienza del fornaio/pasticcere, facendo (spesso inventandoli) ottimi dolci al Fabbrolo, e l'esperienza del primo bar intrattenendo cordiali rapporti coi clienti.

Hobby: la montin bike che pratica regolarmente, preferibilmente in compagnia.

Marina Fabiani

Marina Fabiani, cuoca, si occupa degli antipasti, dei primi e dell'organizzazione della cucina.

Ha conseguito il diploma all'istituto alberghiero di Castrocaro Terme ma le sue vere esperienze in cucina arrivano dalla gestione del bagno Gigi di Cervia. Qui, fin da ragazzina, aiutava la mamma Nicolina nella non facile impresa di sfamare orde di tedeschi a suon di tagliatelle al ragù:

il "ragù della Nicolina", la stessa ricetta che da ventisei anni Marina ripropone al Fabbrolo.

Altra fonte di ispirazione per Marina è la nonna Checca. Memore delle allegre giornate passate nella casina di Verghereto in compagnia dei nonni paterni, Marina al Fabbrolo ripropone i tortelli della nonna Checca, la ciaccia, i tagliolini unti e caciati, la panzanella, ecc... piatti romagnoli in odor di Toscana.

La passione per i cavalli le ha fatto conoscere Ernesto, dapprima come compagno di passeggiate equestri, poi come socio in affari, sodalizio che dura da oltre venticinque anni.

Marina oltre all'amore per gli animali (cani e cavalli), coltiva la passione per la moto.

Fabio Fabiani

Fabio Fabiani, cuoco, si occupa dei secondi e dei contorni.

Le prime esperienze di ristorazione per Fabio avvengono al bagno Gigi, stabilimento balneare gestito dai genitori a Cervia. Dopo pochi anni lascia l'impresa di famiglia per dedicarsi all'attività di bagnino di salvataggio dove viene a contatto più stretto con la realtà di mare. Diventa amico di alcuni "salinari" dai quali impara delle antiche ricette per la conservazione del pesce.

Da questa esperienza, al Fabbrolo ha portato i "Tagliolini del Camillone".

Fabio ha una grande passione per la moto, che condivide con la sorella Marina. Ama fare lunghi viaggi ma spesso deve accontentarsi di gite giornaliere sull'appenino fra  Romagna e Toscana.

L'Abruzzo è da sempre una delle sue mete preferite.

Appassionato di botanica, si diploma all'istituto agrario; ora  mette in pratica la teoria curando i ventimila metri del parco del Fabbrolo.

Inoltre alcuni anni fa proprio in Abruzzo, a Navelli, Fabio ha conosciuto un produttore di zafferano, dal quale ha comprato alcuni bulbi che poi ha piantato al Fabbrolo. Ora possiede circa mille bulbi e produce l'"oro giallo" che nel ristorante viene utilizzato per il "tagliolino porro e zafferano".